Non spezzare il fagiolo in quattro

food, german life, parallel universes 2 Comments »

Da queste parti adorano le feste paesane. E se nelle grandi città non puoi fare perché le dovresti chiamare feste cittadine e poi non suona bene, allora le fanno di quartiere e le chiamano feste dei quarti di fagiolo. Cosa? Ah, mi dicono dalla regia che Bohnenviertel si può tradurre sia come un quarto dei fagioli che come borgo dei fagioli. Ecco ora è molto più chiaro. Non stiamo a spezzare il capello in quattro. I fagioli sì.
Insomma, mi preparo psicologicamente ad una serata passa a bere birra e mangiare fagioli spezzati in quattro parti, che significa che arieggio casa e mi premuro di lasciare le finestre aperte prima di uscire.
Poi mi ritrovo a bere birra e a mangiare eritreo take-away.

Oggi acqua minerale con doppio parmigiano

facts, food, german, madness, parallel universes 1 Comment »

Ristorante italiano, cameriera tedesca (naturalmente immaginatevi la conversazione in stentato – da parte mia – tedesco):

me: la pasta del giorno e un bicchiere d’acqua, per favore
cameriera tedesca: ok, acqua, e da bere?
me: acqua
ct: sì, ma da bere
me: acqua?
ct: va bene, vuoi anche qualcosa da bere?
me: acqua, per favore
ct: volevo dire da mangiare!!
me: ah, la pasta del giorno!!

fast forward, con il piatto di penne gamberetti e rucola davanti a me, mentre con la formaggiera in mano sto aggiungendo parmigiano:

ct: pensavi che ti avrei portato solo acqua, eh?
me: eheh
ct: vuoi anche del parmigiano?
me: beh, sì, certo, ma…

…e fu così che ebbi due formaggiere e il menu del giorno venne così modificato:

acqua minerale con doppio parmigiano

Leggero e nutriente; ve lo consiglio.

Comunicazione Scomunica

facts, life, parallel universes, religion No Comments »

Avevo promesso che avrei tentato di ricordarmi (!) di pubblicare la lettera. Ebbene, la storia già la raccontai qui; questa è la lettera ufficiale con tanto di sigillo vescovile (sembra sia rimasto tutto come nel medioevo eccetto per il fascino: non c’è paragone tra l’anello impresso nella ceralacca fusa e un banale timbro) dell’avvenuta scomunica:

Comunicazione Scomunica

berlino val bene una scomunica

facts, life, parallel universes, religion 4 Comments »

Signore e signori, bentornati nel medioevo! Vi narrerò ora la storia di come sia semplice per un uomo entrare ed uscire dalle grazie divine, senza neppure accorgersene!

Un anno fa arrivai in Germania senza capire neppure mezza parola di tedesco (ora arrivo orgogliosamente a circa due terzi di parola) e andai a registrarmi in municipio. L’impiegata non parlava neppure mezza parola di inglese e ci (quasi) capimmo a gesti e fui così registrato come cattolico. L’equazione per la tizia era ovvia: un italiano nasce, vive e muore cattolico e mangiatore di spaghetti. Di lì a poco scoprii che questo comportava un esborso di 50€/mese per l’erogazione di servizi spirituali di cui tutto sommato non sentivo la necessità, specie per la modica cifra di 600€/anno.

Ehm, e se dicessi di non voler essere più cattolico? Semplice, si compila l’apposito modulo e si versano 20€ per la pratica. L’efficienza pervasiva della burocrazia tedesca mi lascia tuttora esterrefatto.

Nel giro di 2 settimane la diocesi locale mi scrisse una semplice ed informale lettera in cui mi invitava a ripensarci ed eventualmente ad affrontare la questione con una chiacchierata di persona. Ringraziando telepaticamente, riposi la lettera.

Nel giro di alcuni mesi la diocesi in cui fui battezzato mi scrisse una lunga e pomposa lettera: diavoli, fiamme, possessioni demoniache e dannazione eterna penserete… magari! invece articoli del codice canonico, norme, procedure e noiosità assortite. Tutto sommato forse era meglio la prima versione. Comunque: questa è una comunicazione di scomunica; il gioco di parole non è intenzionale – non da parte mia almeno :???:
Noterete che la nota a piè di pagina, riportata di seguito, consiste di un elenco con vari punti e soltanto nell’ultimo si osserva che tutto ciò significa che sono stato scomunicato.

Però l’hanno fatto segretamente. Già, perché il tutto è segreto persino per il diretto interessato! Un amico (quasi) avvocato mi ha spiegato che il segreto è relativo alle motivazioni e non agli effetti. E la pratica che ho presentato in comune? ora qualcuno dovrebbe andare dall’impiegata a raccomandarle di dimenticare tutto; ci penserà l’arcangelo di turno ad annunciarglielo? O nel terzo millennio arriveranno i men in black a sparaflesciarla?

Conseguenze di ordine giuridico:

  • esclusione dall’incarico di padrino/madrina per il Battesimo e la Confermazione (cann. 874 § 1; 893 § 1);
  • necessità della licenza dell’Ordinario del luogo per l’ammissione al matrimonio canonico (cann. 1071 § 1, 5°; 1124)
  • privazione delle esequie ecclesiastiche in mancanza di segni di pentimento (can. 1184 § 1, 1°);
  • esclusione dai sacramenti e dai sacramentali (can. 1331 § 1, 2°; 915);
  • scomunica latae sententiae (can. 1364 § 1).

Lunedì (memoria permettendo) pubblico la lettera originale.

Update: ho pubblicato la lettera.

La saga del currywurst

beer, food, german life No Comments »

Non sono scomparso… ho soltanto avuto qualche piccolo problema di approvvigionamento alimentare…
La saga del currywurst 4La saga del currywurst 5La saga del currywurst 6La saga del currywurst 7

Pungigliosamente

life, madness, women No Comments »

lei: certo che sei proprio pungiglioso!
lui: cosa? pungente? o forse puntiglioso?
lei: entrambe!
lui: ma dai: esiste sul vocabolario! significa spinoso
lei: ecco, anche!

WP Theme & Icons by N.Design Studio Customization by STRADAioli
Entries RSS Comments RSS Log in